Pozze Smeraldine: la natura incontaminata delle Dolomiti Friulane

Pozze Smeraldine - le piscine naturali nelle Dolomiti Friulane

E se fosse proprio la natura a venirci in aiuto in un momento di forte stress e preoccupazione? E’ proprio in contesti naturali incontaminati come quello delle Pozze Smeraldine, in mezzo a tanta bellezza, che puoi isolarti dal chiasso esterno che alle volte non lascia tregua.

Da friulana amo questa terra, ogni volta che torno in questi luoghi riscopro le mie origini e faccio un tuffo nel passato. Le Pozze Smeraldine in Friuli Venezia Giulia sono un luogo genuino, selvaggio, autentico, dove rigenerare corpo e spirito!

Dove si trovano le Pozze Smeraldine

Le Pozze Smeraldine si trovano in Val Tramontina, situata nelle Prealpi Carniche in Provincia di Pordenone, nel Parco delle Dolomiti Friulane Patrimonio UNESCO.

Pozze Smeraldine: Val Tramontina

Pozze Smeraldine: tra le piscine naturali più belle d’Italia

Pozze Smeraldine in Val Tramontina

Nel 2014 il quotidiano britannico “The Guardian” ha inserito le Pozze Smeraldine al quarto posto tra le 10 piscine naturali più belle d’Italia. Questo ha portato un incremento di turisti, incuriositi da questo gioiello di Tramonti di Sopra.

E sono stati proprio i forestieri a dar loro questo nome, ora famosissimo, nell’inziale incredulità degli abitanti del posto, usualmente non molto avvezzi ai troppi turisti.

Come arrivare alle Pozze

Siamo partiti per la Val Tramontina un sabato di giugno, non ancora in alta stagione, e questo ci ha permesso di goderci questo luogo senza un volume troppo elevato di persone.


Arrivati a Tramonti di Sopra abbiamo parcheggiato l’auto nel parcheggio antistante la chiesa della Madonna della Salute, dove abbiamo subito fatto conoscenza con un anziano del posto. Oltre a darci utili indicazioni, ci ha fatto sapere orgoglioso di occuparsi personalmente della buona tenuta del sentiero che porta fino alle Pozze. Dalle sue parole trapelava la felicità nel far conoscere e apprezzare i luoghi dietro casa, in passato conosciuti da pochi autoctoni e che invece oggi attraversano addirittura i confini nazionali!

Chiesa a Tramonti di Sopra

Alla sinistra della chiesa si intraprende il sentiero, prima asfaltato e poi sterrato, che conduce alle Pozze. E’ una camminata abbastanza semplice, di 40 minuti circa. Lungo il percorso puoi fermarti alla Sorgent dala Sgurlina a riempire la borraccia di acqua fresca!

Sorgent dala Sgurlina - Pozze Smeraldine

Puoi fermarti alle prime Pozze che incontri oppure continuare lungo il sentiero panoramico.

Le piscine naturali

Pozze Smeraldine - le piscine naturali nelle Dolomiti Friulane

Lo scenario incredibile che ammirerai è il canyon scavato nei secoli dal fiume Meduna nel suo corso verso la pianura, in mezzo a rocce bianchissime che contribuiscono ad esaltare il verde smeraldo delle piscine naturali.

Queste magnifiche piscine, di diversa forma e grandezza, sono intervallate da spiaggette di sassi. Con la loro impetuosità le acque del Meduna hanno realizzato anche magnifiche cascate!

La cascata alle Pozze Smeraldine

Puoi farti un bel bagno in queste acque limpide e invitanti, dai colori accecanti, ma attenzione che l’acqua è parecchio fredda! E non c’è modo migliore per rigenerarsi passando il tempo a contemplare questo paradiso, scandito solo dal fruscio della vegetazione e dal rumore dell’acqua che si rovescia nella cascata. 🤩

Cosa fare alle Pozze Smeraldine

Cosa fare alle Pozze Smeraldine

Alle Pozze puoi decidere di:

  • Dedicarti al trekking!
    Allora il nostro consiglio è di andare ben oltre le Pozze Smeraldine, imboccare il sentiero che porta prima al borgo abbandonato di Frassaneit e poi al lago del Ciul. Escursione di circa 3 ore per arrivare in cima.
    In passato gli abitanti di questo antico borgo intrattenevano legami commerciali con Venezia, fornendo importanti quantità di legname per le costruzioni.
    Curiosità: è proprio in questi luoghi che è nata la pitina, la polpetta di carne affumicata tipica della cucina del Friuli Venezia Giulia!
  • Sole + pic-nic!
    Questo è sicuramente il posto ideale per godersi una giornata di sole, stendersi, rilassarsi e fare un pic-nic all’aria aperta, sempre mantenendo le dovute attenzioni e non lasciare immondizie. Portati tutto l’occorrente e goditi il panorama 😉
  • Camminata + pranzo in trattoria!
    Immagina un weekend in cui non vuoi fare particolarmente fatica, allora la camminata fino alle Pozze non ti stancherà fisicamente e ti regalerà delle ore di avventura in mezzo alla natura.
    La mattinata potrà culminare in un pranzetto in qualche locale caratteristico friulano! Noi per esempio abbiamo mangiato a Borgo Titol, un’azienda agricola con un enorme spazio verde. Questo era il locale più vicino, utile se non ti sei preso per tempo, ma in Carnia potrai trovare moltissime buone trattorie!
Dove mangiare alle Pozze Smeraldine

Cosa portare alle Pozze Smeraldine

L’abbigliamento da trekking è assolutamente necessario, soprattutto stivaletti da montagna o quantomeno scarpe da ginnastica. Il percorso presenta tratti sterrati, piccole salite, e bisogna fare attenzione lungo le discese per le Pozze. Ci è capitato di incrociare una turista vestita da cerimonia e con scarpe con tacco…ecco non so che fine abbia fatto 🤔

Noi due alle Pozze Smeraldine

Lungo il percorso non è presente nessun ristoro quindi porta con te tutto l’occorrente: acqua, cibo, scarpe da scogli, materassino, asciugamano, repellente zecche (ce ne sono molte, anche se noi per fortuna non abbiamo avuto nessun problema!).

Il Mulino Pradiel

Mulino Pradiel alle Pozze Smeraldine

Lungo il sentiero che conduce alle Pozze ci siamo imbattuti in un antico mulino di montagna, il mulino Pradiel, scenografico ed inserito in un contesto di una bellezza imbarazzante!

Alcuni ragazzi stavano procedendo ai lavori di ristrutturazione che dovrebbero a breve trasformare il vecchio mulino in un piccolo punto ristoro dove degustare i prodotti tipici della Val Tramontina.

Il vecchio mulino alle Pozze Smeraldine
Home » viaggi » Italia » Friuli Venezia Giulia » Pozze Smeraldine: la natura incontaminata delle Dolomiti Friulane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.